TESTO INTRODUTTIVO ALLA MOSTRA

 

Fragmente und Brücken

Pittura e luce di Annabell Häfner e Johannes Bosisio

 

Annabell Häfner e Johannes Bosisio hanno studiato dal 2014 al 2020 assieme all’Istituto d’Arte Kunsthochschule Weissensee a Berlino e hanno diviso lo spazio del loro studio artistico.  La loro profonda amicizia è caratterizzata dal loro processo di sviluppo, la ricerca della loro espressione artistica, dall’osservazione, dalle crisi, dalle ambizioni e una grande stima verso l’altro accompagnata da fiducia e un’influenza reciproca. Da questo nasce un fortissimo legame che è il punto centrale di questa mostra. Le loro opere raccontano di questo processo individuale ma anche comune. Mostrano parallele, ambivalenze, si allontanano per poi trovarsi di nuovo in modo indipendente.

 

Annabell Häfner dipinge „Nicht-Orte“. L’etnologo e antropologo francese Marc Augé ha scritto nel 1992 un libro con lo stesso titolo parlando di questo fenomeno del mondo globalizzato. Per questo nel 2020 nasce la serie „Nicht-Orte“ che riprende la tematica dello spazio chiuso e aperto e della libertà di solitudine.

„Nicht-Orte“ descrive spazi anonimi transitori del mondo moderno come per esempio sale d’attesa, aviorimesse o stanze d’albergo, tutti luoghi che sono funzionali ma allo stesso tempo vuoti e senza tracce.  Si tratta di una certa solitudine e dell’intimità con se stessi, del contrasto fra l’aspettare e interrompere all’interno e della velocità e mobilità all’esterno.

Nelle sue opere Häfner elabora specialmente in modo pittorico la fugacità del momento e la fugacità del ricordo a esso. È un tentativo di esprimere e studiare questa fugacità tramite una certa semplificazione, un frammento. È una prova come una riduzione di un racconto, di un elemento e strati di colore tramite una pittura molto intensa possano sembrare bilanciate e impressionanti.

 

La tematica prioritaria di Johannes Bosisios è il contrasto. Temi e influenze contrastanti e contradittorie si possono trovare sia nella sua biografia che anche nelle sue opere. Esse sono delle composizioni del motivo, tecniche e ibride. Motivi urbani e di paese si trovano vicini a pari diritti come anche le tecniche di pittura e disegno. Le usanze della propria patria come per esempio il Krampuslauf  trovano accesso alle sue opere come anche il confronto con le possibilità dei mass media o le impressioni della sottocultura di Berlino.  Influssi formali di maschere e vestiti tipici delle usanze di paese o attrezzi rustici tradizionali sono collegati a motivi generati al computer che Bosisio crea con un programma 3D.

|